Dove mangiare a Roma, spendendo anche poco!

Dove mangiare a Roma senza dover avviare un mutuo? Il leitmotiv di questa guida sarà pancia piena si, tasche vuole no. Cominciamo!


Tra la maestà del Colosseo e la Santità del Cupolone, puoi goderti un buon pasto senza essere un riccone. Abbiamo fatto la rima! Da utente affezionato magari hai letto la nostra guida sui piatti tipici locali. Quindi ora ti stai domandando: dove mangiare a Roma ad un prezzo abbordabile? 

La qualità esige di certo un costo. Tuttavia pagare tanto non vuol dire per forza essere serviti meglio. Ci sono circa 10mila attività tra piccola e grande ristorazione in città. Metterle tutte è impossibile, ma come sempre faremo del nostro meglio. 

Scriviamo questa guida con l’obiettivo di darti tutte le informazioni più attendibili e reali. In pratica con una mano sulla tastiera, e l’altra nella Bocca della Verità di Santa Maria in Cosmedin. Indossa le scarpe più comode che hai, perché ci sarà da camminare.

Ristoranti a Roma

In quanto a ristoranti, Roma mette davvero in difficoltà per la quantità di locali validi. Però il nostro compito è indicarti quelli in cui c’è la dolce vita ma il conto non è salato. Ecco quindi le nostre proposte: 

  • Il Quagliaro. Se tutte le strade portano a Roma, tutte quelle di Roma portano al Quagliaro. Il menù è un trionfo di piatti della tradizione. Però il cavallo di battaglia è la quaglia. Qui si prepara con acciughe e insalata. Siediti a un tavolo e immergiti nei sapori e profumi di una volta.
  • Antica birreria Peroni. Pietra miliare della gastronomia capitolina. Sempre pieno, infatti è Indispensabile prenotare. Leccornie a base di carne come: braciole di maiale, lombate di vitello e bistecche di manzo. Da sottolineare è soprattutto l'ottima birra artigianale.
  • Maxelà. Locale intimo e raffinato con tante specialità romane e laziali. Il misto di crudo è da provare, mentre la specialità è il taglio di Fassona. Assaggerai tante ricette tipiche, rivisitate con creatività. 
  • Il Girasole. Quasi non si nota, bisogna cercarlo apposta. Eppure la trattoria è una delle migliori dove mangiare a Roma la carbonara. Occhio che di “Girasoli” ce né un prato, quello giusto è in via Rosa Raimondi Garibaldi alla Garbatella. 
  • Ristorante Romolo alla Mole Adriana. Stile industrial per uno dei principali luoghi del gusto romani. Inoltre qui i piatti tipici sono spesso rivisitati ad hoc.
  • Casetta Rosa. È uno spazio autogestito che propone uno stile di ristorazione popolare. C’è un forno pubblico a disposizione di tutti. La cucina è ottima, con ingredienti biologici a km 0. Ospita pure molte iniziative sociali e culturali. Famosa è la tradizione del “pasto sospeso”, per offrire un pranzo a chi è meno fortunato.

Trattorie e Osterie

Se si parla di cibo, le trattorie sono il cuore pulsante della Città Eterna. D’altra parte qui nascono molte delle ricette storiche della gastronomia locale. L’atmosfera rustica e avvolgente aggiunge fascino all’esperienza. Ora scopriamo le migliori. 

  • Da Gino al Parlamento. Dove mangiar a Roma se non nel tempio della tradizione? Il luogo è una leggenda tramandata da generazioni di buone forchette. La location è semplice e l’ambiente familiare. Piatti ottimi, ingredienti freschi e di stagione.  
  • Trattoria Guerra. Portate alla portata di tutti. L’atmosfera è rilassante e la cornice senza troppe pretese. Difficile consigliare un piatto perché a dire il vero è tutto buonissimo e di qualità.  
  • Osteria Bonelli. Secondo il Gambero Rosso è quella con il miglior rapporto qualità-prezzo (2015). La scelta spazia tra antipasti, salumi e formaggi da primo premio. Ti consigliamo in particolare la Gricia e le epiche polpette al sugo. Da non perdere anche il galletto ripieno di carne speziata. 
  • Trattoria da Danilo. Dove mangiare a Roma una delle carbonare migiori? Ci sei già. Tra i tanti riconoscimenti, il locale conta anche quello di “Migliore trattoria d’Italia”. Atmosfera intensa e cucina ottima.
  • Tanto pe’ magnà. Se non ordini la coda alla vaccinara godi solo a metà. La cucina casareccia a molto alla buona. Ad esempio la tovaglia a quadretti è già tutto un programma. Devi provare anche i tonnarelli cacio e pepe.
  • Dar Parucca. Altro giro altro mito. Assaggia gli antipasti con i pizzotti ripieni alle verdure, non te ne pentirai. Eccellenti tutti i più classici primi e secondi. Ordina pure il tortino di porri e patate ripiene on crema di zucca e vellutata di lenticchie. Magari indicalo con il dito sul menù, se il nome è troppo lungo per ricordarlo.

Pizzerie e stuzzicherie

La definizione di “sfizioso” è: che soddisfa una voglia, un desiderio, un capriccio. Hai uno dei tre o tutti insieme? Allora i posti che andremo a elencarti sono i rifugio ideale per soddisfarli. Senza indugi, è qui la festa! 

  • Prosciutteria Cantina dei Papi. Un'istituzione, specialmente per l’aperitivo a pranzo. Il fiore all’occhiello sono i taglieri di salumi e formaggi da tutta Italia. Scegli pure i carpacci di Angus e Chianina e sua maestà la porchetta.
  • Il Secchio e l’Olivaro. La bruschetta qui è molto più di un antipasto. Quella “maxi” vale un pranzo completo. Squisita, morbida e croccante è la pizza cotta al forno a legna. L’impasto lievita per oltre 30 ore. Da applauso anche i fagioli all’uccelletto e con salsiccia.
  • Antico forno Roscioli. Tra le specialità c’è la pizza in particolare quella alla romana. Amore per la panificazione allo stato puro. Qui si riforniscono molti hotel e tavole calde della città.
  • Ai Marmi. Questo è di sicuro uno dei posti migliori dove mangiare a Roma spendendo poco. La cucina e i prezzi sono imbattibili. I piatti forti sono soprattutto i supplì al telefono, gli enormi filetti di baccalà e ovviamente la pizza.
  • La Gatta Mangiona. Quando la tradizione culinaria si sposa con la sperimentazione. Chi vuole mangiare a Roma una buona pizza viene qui. Dietro al forno c’è fantasia al servizio dell’esperienza. Prova le tante interpretazioni della Margherita e la famosa Focaccia Nero e More.
  • Farinè. Nel quartiere universitario di San Lorenzo la pizza si declina in tutti i modi. Infatti qui troverai quella con fagioli corallo e pesce persico, e il calzone al pesce spada. Non mancano pure i piatti della tradizione.

Fast and Street Food

Sembra l’ultimo film con Vin Diesel ma non lo è. In questa categoria raccogliamo tutte le attività che fanno ristorazione veloce e cibo da strada. Vuoi sapere dove mangiare a Roma mentre la visiti in lungo e in largo? Bene, proseguiamo pure. 

  • Corsetti. Il tramezzino qui diventa un’opera d’arte. In questa antica bottega, la semplicità di una pietanza frugale è oggetto di cura e preparazione. Hai poco tempo e denaro ma vuoi una pausa pranzo da re? Vieni qui e sarai servito.
  • Trapizzino. Il passato e il futuro si incontrano a tavola. Si parla di una vera novità degli ultimi anni. Unire la bontà della pizza con la sfiziosità del tramezzino è un’idea geniale e gustosa. Tanto per citare alcuni gusti, oltre ai classici: seppie e piselli, polpette al sugo, trippa e cacciatora.  
  • Supplizio. Il nome già ti suggerisce a cosa andrai incontro. Il mitico supplì alla romana qui si cucina in tanti modi che nemmeno ti immagini. Per esempio provalo alla carbonara, al cacio e pepe o all’arrabbiata. 
  • Pastella. “Impana” l’arte  mettila d parte. Qui si frigge dalla mattina alla sera. Magnifiche le verdure pastellate, i supplì, lo stick di polenta e le montanare. Pochi euro, tanto gusto. Tutto ha un sapore ottimo anche grazie agli ingredienti selezionati da fornitori locali.  
  • Angelo e Simonetta. Da più di 30 anni questa è la casa della pizza al taglio. Un segreto è la lenta lievitazione dell’impasto. In altre parole, morbidezza e una croccantezza che conquistano al primo morso. Esigi la pizza con crema di zucca, provola affumicata e pancetta. Se non c’è, aspetta che la sfornino perché vale l’attesa.

Dove mangiare a Roma centro per cambiare un po’

La cucina è tradizione ma anche sperimentazione. Ogni tanto bisogna rompere le regole per creare qualcosa di nuovo. In fondo, anche i piatti della tradizione una volta erano delle novità. Per unire il gusto a un pizzico di trasgressione, ecco dei posti un po’ anticonvenzionali. 

  • Mama Pasta. Si tratta di un “pasta bar” dove gli ingredienti vengono mantecati in uno shaker da cocktail. Tranquillo, non dovrai berti l’Amatriciana on the rocks. Va bene osare, ma distinguiamo bene tra la Margherita e il Margarita. Ad ogni modo ti assicuriamo che il risultato è davvero sorprendente. 
  • Ciao Checca. L’antica ricetta della pasta alla checca qui si serve in coppette di cartone come un gelato. Stessa storia anche per molti altri primi e secondi. Infatti sul menù troverai: pasta e patate, zuppa di lenticchie, cotolette di pollo, ecc. 
  • Retrobottega. Entri, cerchi il menù ma non lo trovi. Calma, è tutto scritto su grandi lavagne alle pareti. Non aspettarti tavoli singoli, ce ne sono solo grandi da 6 o 12 posti e più. L’idea è favorire socializzazione e condivisione. Mancano pure i camerieri. Il cliente si apparecchia il posto da solo. Stile spartano in un locale romano, e non è una battuta. Compensa il tutto la cucina ottima e il prezzo bassissimo. Vieni e regalati un’esperienza differente.
  • Saltatempo. Le suggestive mura di un antico casale fanno da contenitore a questa Bio-Osteria. Il motivo conduttore è la cucina sostenibile con prodotti certificati, stagionali e di zona. L’arte culinaria si esprime qui nel rispetto dei cicli della natura. Un modo differente per soddisfare il palato dando un mano all’ambiente.


Locali etnici

Chi dice che per mangiare bene a Roma bisogna per forza mangiare alla romana? Magari hai voglia di qualcosa di più esotico e low cost. Ecco quindi un piccolo assaggio di quello che può offrire la cucina etnica locale. 

  • Il Corno d’Africa. Dal cuore del Continente Nero. Questo localino a conduzione familiare propone cucina etiope ed eritrea. Immancabile è il cous cous, oltre ad altri piatti a base di carne e verdure.
  • El Pueblo. Autentica gastronomia messicana senza compromessi. Pura passione e ossessione per le ricette originali, con il valore aggiunto degli ingredienti nostrani. Se uscendo di qui senti un cerchio alla testa, è perché per magia sarà spuntato un sombrero. 
  • Ippokrates. Per la serie “Questo grosso grasso menù greco”. Immergiti nei profumi del mediterraneo. Tutto di prima qualità, dall’antipasto al dolce.
  • Krishna 13. Lo scelgono pure gli stessi indiani per sentire un po’ di sapore di casa. Il locale è piccolo e accogliente, con un menù ampio per tutti i palati e i portafogli. Consigliamo praticamente tutto, in particolare il pollo Tandoori e lo spezzatino Cream Lamb.  
  • Wild Ginger. È tra i migliori, nonché più economici, ristoranti giapponesi della città. Pietanze tipiche nipponiche e piatti rivisitati in chiave moderna. Qui sushi e sashimi hanno il vero gusto del Sol Levante.
  • La Città in Fiore. Questo locale è uno dei ristoranti cinesi più vecchi di Roma. Qui è tutto originale, pure il personale. Tra pollo al curry e involtini primavera si spende davvero pochissimo.  

Per ora ci fermiamo qui. Cosa ne pensi delle nostre proposte? Hai già deciso dove mangiare a Roma? Con calma e senza fretta, provale una per una. Poi facci sapere se sono di tuo gradimento e lasciaci un commento.


Like it? Share with your friends!

536
536 points

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
Davide Bert

Giornalista pubblicista prestato al copywriting, dalla carta stampata alle pagine web. Ho iniziato a scrivere perché me lo ha consigliato lo psicanalista come forma di terapia, e lo faccio per lavoro così posso anche pagargli la parcella.
Choose A Format
Personality quiz
Series of questions that intends to reveal something about the personality
Trivia quiz
Series of questions with right and wrong answers that intends to check knowledge
Poll
Voting to make decisions or determine opinions
Story
Formatted Text with Embeds and Visuals
List
The Classic Internet Listicles
Countdown
The Classic Internet Countdowns
Open List
Submit your own item and vote up for the best submission
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Meme
Upload your own images to make custom memes
Video
Youtube and Vimeo Embeds
Audio
Soundcloud or Mixcloud Embeds
Image
Photo or GIF
Gif
GIF format