Cosa vedere a Venezia: ecco le 10 meraviglie veneziane

Cosa vedere a Venezia: abbiamo scelto 10 meravigliose tappe imperdibili per mostrarti tutto il fascino e la bellezza della città sull'acqua.


Romantica e misteriosa, Venezia é sempre un’ottima idea. E se ti stai chiedendo cosa vedere a Venezia sappi che hai solo l’imbarazzo della scelta! Scorci da cartolina e sfondi perfetti per una galleria Instagram da paura. Ti basterà seguire i nostri consigli per rendere il tuo viaggio a Venezia pura magia.

Fuga romantica o weekend culturale? Andiamo, scegli insieme a noi il mood del tuo soggiorno. La città riflessa nei canali, le gondole che scivolano sull’acqua…non muori anche tu dalla voglia di salire a bordo? Allora non perdiamo tempo, scopri i monumenti veneziani che abbiamo scelto per te!

Cosa vedere a Venezia: Piazza San Marco

Non potevamo che iniziare con quello che è, senza dubbio, il biglietto da visita di Venezia del mondo. Piazza San Marco, la Basilica e il Campanile sono tra i cliché più belli del nostro paese. Dicci la verità, già ti immagini seduto ai tavolini di un bar lungo i portici. Un (esoso) bicchiere di vino , i turisti che si affannano intorno, il volo dei piccioni spaventati dai bambini...ok, no forse quest'ultima immagine non è così poetica come pensavamo. Torniamo a noi. 

Tra le cose da vedere a Venezia, piazza San Marco non è un consiglio: è un obbligo. Pensa che Napoleone la definiva "il salotto più bello d'Italia"...e lui di salotti se ne intendeva. Non vorrai mica contraddirlo! E' l'unica "piazza" di Venezia che per il resto conta campi, campielli e un solo piazzale. E' lunga ben 180 metri e larga 70, è davvero immensa. Inoltre, essendo l'area più bassa della città, è la prima ad allagarsi. Come saprai l'acqua alta è un vero tormento per Venezia, ma lo spettacolo della piazza allagata mantiene un fascino speciale. 


La Basilica di san Marco

É il più famoso tra i monumenti veneziani e ai primi posti tra quelli italiani. La Basilica di San Marco impone la sua bellezza e lascia senza fiato. Sai che è la chiesa principale di Venezia? Ed è la sede del patriarca. E' dedicata a San Marco già dalle prime fasi della sua costruzione, al suo interno infatti sono conservate delle importanti reliquie. Lo stile di San Marco è il romanico italiano con una forte influenza bizantina. 

Sai che molti dei marmi e delle colonne di San Marco arrivano direttamente da Costantinopoli? Già, proprio come le spoglie del santo. Una volta conquistata la città infatti i veneziani hanno fatto incetta di meraviglie. Le più scenografiche sono i quattro cavalli in bronzo della facciata. Quelli esterni sono copie, ma non temere! Gli originali sono sani e salvi, custoditi al sicuro nel museo della basilica.

Certo, la basilica iniziale non era proprio come la vediamo oggi. La sua storia, iniziata prima dell'anno 1000, passa attraverso incendi e molti interventi. La sua grandezza però era scritta nelle stelle. Tra le cose da vedere a Venezia la facciata di San Marco è una tappa obbligata. Anche gli interni però, non sono da meno! Un tripudio di oro e mosaici rendono l'ambiente quasi rarefatto. Le colonne e i pilastri diventano leggeri quasi per magia...ma non è magia! É  il sole che entrando riempie l'aria di una calda luce dorata mentre i mosaici prendono vita. Non ti resta che farti rapire mentre noi passiamo alla prossima meraviglia.


Monumenti veneziani: il Campanile di San Marco

Con il Campanile di San Marco chiudiamo il tris dedicato al santo patrono. Anche in questo caso parliamo di uno dei simboli di Venezia, tanto che i cittadini lo chiamano con affetto el paròn de casa (il padrone di casa). Il campanile si trova nella piazza dal IX secolo e oggi è uno dei più alti d'Italia: ben 99 metri (quasi)! L'edificio ha una semplice pianta quadrata ed è costruito in mattoncini. In cima al campanile c'è una statua dell'arcangelo Gabriele che poggia su un meccanismo girevole. In questo modo l'angelo fa anche da banderuola, segnando la direzione del vento.

C'è però una grande crepa nella storia del campanile. Non pensare a chissà quale mistero, parliamo proprio di una crepa vera! All'inizio del 1900 infatti, dei lavori fatti male hanno lasciato dei danni importanti. Su uno dei lati c'era una spaccatura e il 14 luglio del 1902 il campanile è crollato. I veneziani invece non si sono fatti abbattere e hanno iniziato subito la ricostruzione al motto di "come era, dove era".  Infatti, il 25 aprile del 1912, il campanile è stato riconsegnato alla città, proprio lì dove era caduto, bello come prima. Sarebbe stato un vero peccato non poterlo inserire tra le cose da vedere a Venezia!

Scommettiamo che il campanile ha un'aria familiare per te. Ti ricordi dove lo hai già visto? Un  aiutino? Ogni anno (dal 2001) i telegiornali di mezzo mondo mostrano il volo della Colombina durante il Carnevale! Una coraggiosa fanciulla, tutta imbracata, vola dal campanile fin giù a Palazzo Ducale. Un bel modo di far scorrere un po' di adrenalina, non trovi?


Il Ponte di Rialto

Lasciamo finalmente Piazza San Marco per portarti su un altro dei monumenti veneziani più noti: il Ponte di Rialto. É uno dei quattro ponti che attraversano il Canal Grande ed è di certo il più antico e il più famoso. Inizialmente il ponte era fatto di barche e creava un passaggio utile ma un po' precario per commercianti e clienti del mercato di Rialto. Tra i nomi che gli hanno attribuito c'è Quartarolo, dalla moneta con cui si pagava il passaggio. L'aumento di traffici e clienti ha reso però presto necessario un ponte un po' più stabile, e visto che portava proprio al Mercato di Rialto, perché non cambiargli anche il nome?

Dal ponte di barche si è passati a un ponte di legno che si apriva. Poi dopo una lunga serie di crolli, incendi e ricostruzioni, nel 1588 è iniziata la costruzione del ponte che vediamo oggi. Adesso però non perdere il passo, sei pronto a vedere uno dei monumenti di Venezia più fotografati del mondo?


Cosa vedere a Venezia: il Ponte dei Sospiri

Eccoci! Finalmente ti parliamo di un'icona di Venezia: il Ponte dei Sospiri. Molti pensano sia un posto pieno di romanticismo, ma la verità è che i sospiri da cui prende il nome erano tutto tranne che sospiri d'amore! Il ponte barocco che collega Palazzo Ducale alle Prigioni Nuove infatti ha raccolto più lacrime che promesse. La leggenda narra infatti che i detenuti passavano da qui per andare a giudizio negli uffici degli Inquisitori. Guardando il mondo fuori, forse per l'ultima volta, lasciavano al ponte i loro sospiri più tristi. Pensa che già nel '700 i veneziani lo chiamavano così! 

Il Ponte dei Sospiri piace così tanto agli stranieri che negli anni hanno tentato più volte di replicarlo. Ci sono citazioni a Oxford e a Cambridge, mentre una versione più moderna è stata costruita addirittura a New York.


Il cuore pulsante di Venezia: il Canal Grande

Lo abbiamo attraversato col ponte di Rialto, abbiamo scattato il selfie perfetto, ma cosa sappiamo davvero del cuore pulsante della città? Tra le cose da vedere a Venezia il Canal Grande è forse la più affascinante. Quello che sembra un semplice corso d'acqua è invece un meraviglioso libro di storia e architettura. Il Canal Grande è il canale principale di Venezia. É lungo circa 3,8 chilometri e taglia in due il centro storico. Tutto il suo percorso è accompagnato da edifici straordinari, datati tra il XII e il XVIII secolo. 

Costruire la propria dimora lungo il Canal Grande era una prova di enorme prestigio. Oggi possiamo ammirare ancora oltre 170 palazzi, costruiti attraverso i mille anni di storia più gloriosa della città. Guardare la città navigando il Canal Grande ci mostra quanto ricca e sfarzosa fosse la città al tempo dei dogi. I fasti della Serenissima vivono ancora oggi in molte delle tradizioni veneziane, come la Regata Storica o il volo della Colombina.


Monumenti veneziani: Palazzo Ducale

Facciamo qualche passo indietro e torniamo verso Piazza San Marco; qui troviamo anche Palazzo Ducale. In prima battuta si chiamava Palazzo Dogale, perché sede del Doge. Come tutti gli edifici che abbiamo appena visto insieme, anche Palazzo Ducale ha una lunga storia alle spalle. Le prime tracce di un edificio nella sede in cui lo vediamo oggi sono del IX secolo. Ma molta acqua (è proprio il caso di dirlo) è passata poi sotto i ponti.

Palazzo Ducale è un esempio perfetto di gotico veneziano, ma anche un'eredità del rapporto stretto tra Venezia, il Medio Oriente e l'Oriente. Se guardi l'edificio noterai subito un forte contrasto. La parte in alto è solida e compatta. Le colonne sotto invece sembrano leggere, quasi ricamate. Anche gli interni hanno subito qualche modifica. Nel corso del tempo infatti molto del lusso che c'era è andato perso, ma non del tutto. C'è ancora  la pinacoteca, che raccoglie le opere dei più importanti artisti veneziani. Troviamo Jacopo e Domenico Tintoretto,  Paolo Veronese, e molti altri. Da quando Venezia è entrata nel Regno d'Italia Palazzo Ducale è un polo museale.


L'Arsenale di Venezia

Ti stai ancora chiedendo cosa vedere a Venezia dopo tutti questi consigli? Si? Ottimo, perché abbiamo pronta una tappa unica al mondo: l'Arsenale. Si tratta di uno spazio enorme - ben 48 ettari- in cui terra e acqua formano un puzzle perfetto. L'Arsenale è il più antico e più longevo cantiere navale del mondo. Come Cantiere di Stato è stato creato nel XII secolo e non ha mai cambiato la sua natura fino alla I Guerra Mondiale. É  l'unica struttura di questo tipo al mondo. L'unica capace di passare da artigianato ad industria, nello stesso settore, per secoli. Proprio per questo, tra i monumenti di Venezia, l'Arsenale è quello che più di tutti ci dice quanto fosse potente la città. 

Dal 1980 l'Arsenale è entrato a far parte del circuito della Biennale. I grandi spazi del cantiere sono diventate aree per le esposizioni d'arte e design. Vuoi saperne di più dei musei di Venezia? Passiamo alla prossima tappa!


Punta della Dogana, l'arte come spartiacque

Come dice il nome Punta della Dogana era la sede principale della Dogana a Venezia. Come abbiamo detto spesso, Venezia era terra di grandi commerci. Per gestirli al meglio, intorno al 1680, hanno costruito questo strano edificio in mezzo alle acque. Fa da spartiacque tra il Canal Grande e il canale della Giudecca, e oggi è la casa dell'arte contemporanea. 

Nel 2006 la città apre un bando per la creazione di un polo d'arte. Alla gara partecipano la Fondazione Guggenheim e il vicino Palazzo Grassi. Vince il secondo, con un progetto del famoso architetto Tadao Ando.  La chiave della sua proposta era il profondo rispetto della struttura originaria. Il restauro viene completato tra il 2008 e il 2009, e da allora ospita la collezione della Fondazione Pinault. 

Finiamo questa scorpacciata d'arte con l'ultima tappa del nostro itinerario tra le meraviglie di Venezia. Sei pronto a scoprirla?


La Peggy Guggenheim collection

E' il secondo museo più frequentato di Venezia, con 400.000 visitatori all'anno. La Peggy Guggenheim Collection, pur essendo più ridotta rispetto alle altre nel mondo, merita grande attenzione. Il museo ha sede a Palazzo Venier dei Leoni; sempre qui c'era anche la casa privata della collezionista. Pensa che una volta a settimana, fino alla sua morte,  la signora apriva le porte di casa ai visitatori. Offrendo a tutti potevano un viaggio nell'arte completo.

La collezione Peggy Guggenheim è una delle più importanti per l'arte europea e americana di inizio '900. Picasso, Dalì, Magritte, ma anche Pollock e il nostro Fontana: tutti i grandi artisti dell'epoca hanno trovato un posto nel cuore di Peggy Guggenheim.


Venezia la città delle meraviglie

La storia di Venezia è legata a doppio filo con quella dell'arte italiana e mondiale. Proprio qui infatti, già nel XII secolo, è stato fondato il primo museo occidentale. Una volta l'anno, a Palazzo Ducale, veniva esposto il Tesoro di San Marco.

Avrai capito che per scegliere cosa vedere a Venezia con te abbiamo fatto una gran fatica. Che ne dici di ripagarla lasciandoci un tuo pensiero su questo articolo, o perché no, sulla bella Venezia?


Like it? Share with your friends!

547
547 points

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
1
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
Choose A Format
Personality quiz
Series of questions that intends to reveal something about the personality
Trivia quiz
Series of questions with right and wrong answers that intends to check knowledge
Poll
Voting to make decisions or determine opinions
Story
Formatted Text with Embeds and Visuals
List
The Classic Internet Listicles
Countdown
The Classic Internet Countdowns
Open List
Submit your own item and vote up for the best submission
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Meme
Upload your own images to make custom memes
Video
Youtube and Vimeo Embeds
Audio
Soundcloud or Mixcloud Embeds
Image
Photo or GIF
Gif
GIF format