Cosa vedere a Roma: i 7 monumenti più belli

Cosa vedere a Roma: ecco i 7 monumenti che abbiamo scelto per presentarti la città eterna e farti fare un viaggio nella sua storia millenaria.


Il 21 aprile 2021 compirà 2774 anni, ma non li dimostra per niente. Roma è ancora la città più bella del mondo e qualcosa ci dice che lo resterà ancora a lungo. Stai progettando un viaggio nella capitale? Lasciati guidare da noi su cosa vedere a Roma.

Non è stato facile fare una selezione perché come già saprai Roma è probabilmente il più grande museo a cielo aperto del mondo. Noi ci abbiamo provato lo stesso, scegliendo per te tutte le mete imperdibili. Qua e là abbiamo cercato di aggiungerti qualche dettaglio che solo i local o i turisti più preparati conoscono. Hai voglia di scoprire la città eterna con noi? Metti scarpe comode, perché stiamo per macinare chilometri su chilometri! Fidati, non sarai mai stanco di riempirti gli occhi di affreschi e travertino.


Cosa visitare a Roma

Inutile girarci intorno, il Colosseo è il più iconico tra i monumenti romani. L'Anfiteatro Flavio è il punto di fuga di quella cartolina vivente che è via dei Fori Imperiali. Impossibile resistergli. Impossibile non sentirsi piccolissimi alla sua presenza. Tra le cose da vedere a Roma il Colosseo e i fori sono in cima alla lista. Sono luoghi distinti, è vero, ma c'è un motivo se li abbiamo considerati come una meta unica. Il modo migliore per visitare Il così detto Parco archeologico del Colosseo infatti, è il biglietto unico 24h. Con 16 € puoi entrare nel Colosseo e nel Foro Romano - Palatino (Museo e mostre comprese). Avrai 24h di tempo per farlo, così da potere dedicare il giusto tempo a entrambi.

Un'altra possibilità per visitare il Parco del Colosseo sono le domeniche gratuite dei musei. Se sarai così fortunato da trovarti a Roma un primo weekend del mese, approfittane! Segui il nostro consiglio: entra al Foro Romano e fai il tuo giro. Poi con il biglietto già emesso entra al Colosseo dalla fila prioritaria. Risparmierai tantissimo tempo!



Basilica di S. Pietro

La storia della Basilica di San Pietro affonda le sue radici nell'epoca di Costantino. Nel IV secolo decise di costruire la prima basilica nel luogo in cui Pietro fu sepolto. Iniziò così l'epopea di uno dei punti di riferimento della cristianità mondiale. E' stato poi Giulio II nel 1506 a dare inizio ai lavori che porteranno, nei secoli, alla basilica che vediamo oggi. Scegliendo cosa vedere a Roma non puoi assolutamente evitare la dimora papale. Nessun altro luogo al mondo ti permette di osservare - in un posto unico - il lavoro inestimabile dei più grandi della storia artistica italiana. Bramante, Raffaello, Michelangelo e Bernini: tanta è la ricchezza della Basilica di S. Pietro. A questo si aggiunge la bellezza mozzafiato del panorama dalla sua cupola, alta ben 136 mt.

L'accesso alla basilica è gratuito, mentre per la cupola è previsto un biglietto compreso tra gli 8 e i 10 €. Puoi scegliere di salire completamente a piedi salendo la bellezza di 551 gradini, o farti aiutare dall'ascensore, salendone poi solo 320!

Una curiosità: tra i sampietrini della piazza ce n'è una speciale. Osservando il colonnato da lì, le quattro file convergono - magicamente- in una sola. Ora devi solo scovare la mattonella giusta!



Monumenti Roma: l'imponenza di Castel Sant'Angelo

Non te lo nascondiamo, tra tutte le cose da vedere a Roma, abbiamo anche noi le nostre preferite. Il colpo d'occhio di Castel Sant'Angelo visto dall'altra riva del Tevere è tra queste. Attraversare Ponte Sant'Angelo è sempre un'emozione, ma entrare nel castello è un'esperienza senza pari. Castel Sant'Angelo è un edificio unico nel suo genere. Costruito nel 123 d.C. come Mausoleo di Adriano, diventa "Castel Sant'Angelo" dopo la peste del 500. La leggenda narra che Papa Gregorio I ebbe un'apparizione dell'Arcangelo Gabriele che rinfoderava la spada, segno che la pestilenza stava per finire. In suo onore viene quindi cambiato il nome e viene aggiunta la statua dell'angelo, che da allora lo protegge.

Nel corso di duemila anni, Castel Sant'Angelo ha cambiato destinazione d'uso molte volte. Da fortificazione a carcere severissimo. Da dimora prestigiosa a museo, le sue mura ci raccontano la storia di Roma da un punto di vista molto privilegiato: il centro dell'azione. Il costo del biglietto d'ingresso è di 15 € ed è sempre consigliabile la prenotazione al costo di 1 €.



I segreti di Ponte Sant'Angelo

Vuoi una chicca un po' macabra da sfoggiare con gli amici? Il suggestivo Ponte Sant'Angelo, oggi decorato da capolavori del Bernini (copie) e dei suoi allievi, un tempo appariva ben diverso. Al posto delle statue infatti erano esposte, in bella vista, le teste mozzate nelle pubbliche esecuzioni. Uno dei boia più famosi è stato Mastro Titta. Nella vita di tutti i giorni era un artigiano ombrellaio a Borgo. All'occorrenza, indossava la sua cappa da boia e raggiungeva le piazze per svolgere il suo secondo sporco lavoro. Un bel modo di arrotondare, vero?



Cappella Sistina e Musei Vaticani

Programmando cosa vedere a Roma è nostro preciso dovere consigliarti di prenotare una visita ai Musei Vaticani. Prima di farlo però ti consigliamo di valutare bene il tempo a tua disposizione. La visita infatti è piuttosto lunga, e anche un po' impegnativa. Si cammina molto, ed è bene arrivarci preparati. Il costo del biglietto standard è di 17 € e la prenotazionealmeno nel momento in cui stiamo scrivendo, è obbligatoria.

L'attrazione più famosa a livello internazionale è sicuramente la Cappella Sistina. L'intero complesso museale però, vanta una raccolta inestimabile di meraviglie dal mondo. Gli stessi spazi che ospitano le collezioni sono, a loro volta, un motivo sufficiente per scegliere di visitarli. Elencarti quali sono le opere centrali dell'esposizione è davvero difficile. La scelta è troppo ricca, e sarai tu a scegliere il percorso che più si adatta alle tue esigenze e curiosità. L'organizzazione dei musei, per aiutarti, propone per due percorsi. Uno breve e uno lungo, a seconda di cosa e quanto vorrai approfondire.

L'audioguida è in vendita a 4 €, e il nostro consiglio è di prenderla. Se sceglierai di girare senza, ti consigliamo comunque di trovare una guida digitale o cartacea. Senza un po' di indicazioni infatti sarà davvero impossibile orientarti nella vastità della proposta artistica. Il bookshop del museo, ovviamente, vende le sue guide, ma si trova alla fine del percorso. Il nostro consiglio quindi è di procurartela in anticipo.



Le tappe imperdibili dei Musei Vaticani

Per non mandarti proprio allo sbaraglio vogliamo darti comunque alcuni imperdibili dei Musei Vaticani. Impossibile non restare incantati davanti alle Stanze di Raffaello. Tra le opere incredibili per ricchezza, colori e composizione, non potrai non riconoscere "La scuola di Atene", riprodotto su tutti i libri di storia dell'arte.

Una meraviglia dell'arte classica e della prospettiva è sicuramente la galleria del Museo Chiaramonti. Una raccolta di statue classiche su un corridoio lungo 300 metri, allestita secondo le indicazioni di Antonio Canova.

Ultima, ma evidentemente non meno importante, la già citata Cappella Sistina. Botticelli, il Ghirlandaio, Pietro Perugino e naturalmente, Michelangelo Buonarroti con il suo celebre "Giudizio Universale". Ognuno di questi maestri basterebbe da solo a renderla la meta più desiderata dei Musei Vaticani. Pensa ora di trovarli tutti insieme in una stanza di quaranta metri per tredici. Incredibile vero?



Cosa visitare a Roma: il Pantheon

In pieno centro storico, a piazza della Rotonda, sorge il Pantheon. Fu fondato nel periodo augusteo da Marco Vipsanio Agrippa in onore di tutte le divinità passate. Proprio da qui deriva il suo nome, che in greco significa appunto "tutti gli dei". E' stato ricostruito poi da Adriano dopo i danni subiti in due grandi incendi. Il Pantheon ha una pianta unica nel suo genere. Ha una grande struttura circolare attaccata a un porticato di colonne corinzie. L'area circolare è sormontata dalla maestosa cupola in calcestruzzo romano con un foro al centro - l'oculo- che consente alla luce di entrare. Il calcestruzzo romano è una particolare miscela di materiali tipica dell'ingegneria romana dell'epoca. La cupola del Pantheon è ancora oggi una delle più grandi del mondo ed è la più grande in questo particolare materiale.

Dal VII secolo è stato convertito in chiesa cristiana. Proprio per questo il Pantheon è sopravvissuto meglio di altri edifici ai saccheggi che hanno spogliato Roma di marmi e bronzi nei secoli.

"La Rotonna", come lo chiamavano i romani, è famosa per le sepolture illustri che ospita. Raffaello, il Carracci e ancora il musicista Corelli; ma le vere celebrità sono i re d'Italia. Vittorio Emanuele II e Umberto I insieme sua moglie Margherita sono infatti sepolti nel Pantheon. Ancora oggi sono i volontari di organizzazioni monarchiche a tenere in ordine le tombe.

L'accesso al Pantheon è gratuito, ma è possibile effettuare delle visite guidate al costo di 20 €. Scegliendo cosa vedere a Roma ci sentiamo di consigliarti davvero di includere il Pantheon nel tuo tour. E' un edificio assolutamente unico nel suo genere e con uno stato di conservazione impeccabile per i suoi duemila anni.



Una curiosità sul Pantheon

Ogni Natale di Roma, il 21 aprile, a mezzogiorno, si verifica un fenomeno astronomico assolutamente unico. La luce del Sole entrando dall'oculo colpisce perfettamente la porta di bronzo. Nell'antichità, nel giorno del compleanno della città eterna, l'imperatore poteva così entrare nella Rotonda illuminato da un fascio di luce trionfale, quasi divino. Un caso? Assolutamente no, tutto è stato progettato al millimetro per ottenere questo effetto spettacolare.



Monumenti romani: il Vittoriano

I romani lo chiamano in tono scherzoso "la macchina da scrivere", per l'evidente somiglianza. Il suo vero nome è Vittoriano ed è il monumento dedicato a Re Vittorio Emanuele II, e ai valori del popolo italiano. È stato inaugurato nel 1911 per i cinquant'anni dell'unità d'Italia ma la sua costruzione è andata avanti altri 24 anni, fino al 1935. La prima terrazza ospita l'Altare della Patria, una grande area dedicata alla nazione italiana. Qui è tumulato il milite ignoto, in memoria di tutti i caduti della Prima Guerra Mondiale. 

Stai ancora scegliendo cosa vedere a Roma? Il Vittoriano è l'anello di congiunzione tra la storia antica e la storia contemporanea, di Roma e del paese intero. Anche la sua posizione è pensata in quest'ottica. Si trova esattamente al limitare della Roma antica, e si apre alla Roma moderna. La visita al Vittoriano prevedere la possibilità di scegliere tra tre percorsi diversi. Uno dedicato all'arte e all'architettura di una delle più grandi opere  realizzate a Roma dopo l'unità d'Italia. Uno dedicato al Risorgimento, ai suoi protagonisti e agli eventi chiave che portano a un'Italia unita. E un terzo incentrato sulle Forze Armate, per capirne meglio il ruolo nella storia del nostro paese.

L'ingresso al complesso è gratuito, mentre c'è una quota per salire con gli ascensori panoramici. Il biglietto intero ha un costo di 10 €, e ti permette di salire sulla Terrazza delle Quadrighe con due ascensori in cristallo. Il complesso del Vittoriano è da anni anche un importante spazio espositivo. Sono tante le mostre di rilevanza internazionale che sono passate tra le sue mura, e siamo sicuri che il calendario post-pandemia sarà ancora più ricco.



Cosa vedere a Roma? L'imbarazzo della scelta

Sappiamo benissimo che in questo articolo era impossibile racchiudere tutta l'incredibile bellezza della città eterna. Cosa fare allora? La cosa più logica è stata scegliere le sette mete più rappresentative di una storia lunga più di duemila anni. Sette, come i colli di Roma. Ancora sette, come i re che l'hanno governata nei primi 250 anni dalla fondazione.

A proposito dei sette re di Roma, vediamo se riesci a ricordarli tutti! No? Per stavolta ti perdoniamo, e ti diamo tempo fino al prossimo articolo per fare un ripasso! Perché siamo sicuri che ce ne sarà un altro? Perché nessuno può smettere di scrivere e di raccontare la grande bellezza della città più bella del mondo.


Like it? Share with your friends!

537
537 points

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
Choose A Format
Personality quiz
Series of questions that intends to reveal something about the personality
Trivia quiz
Series of questions with right and wrong answers that intends to check knowledge
Poll
Voting to make decisions or determine opinions
Story
Formatted Text with Embeds and Visuals
List
The Classic Internet Listicles
Countdown
The Classic Internet Countdowns
Open List
Submit your own item and vote up for the best submission
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Meme
Upload your own images to make custom memes
Video
Youtube and Vimeo Embeds
Audio
Soundcloud or Mixcloud Embeds
Image
Photo or GIF
Gif
GIF format