Come arrivare a Venezia in auto, bus, treno o aereo

Visitare la patria di Marco Polo è un buon modo per unire arte e turismo. Ma come arrivare a Venezia via terra, aria e mare? Lascia fare a noi!


Cosa hanno in comune il Carnevale, la Mostra del Cinema e la Biennale? Semplice, sono tutti eventi che si svolgono in una delle città più magiche d’Italia. Forse è più corretto dire del mondo. Hai già capito, quindi piuttosto che “qual è il suo nome?”, la domanda è: come arrivare a Venezia?

Se per te è la prima volta è comprensibile qualche dubbio. La sua particolare conformazione, tipo “paese galleggiante”, disorienta un po’. Tuttavia, proprio per l’enorme afflusso di turisti, c’è anche grande offerta e varietà di trasporti. Nonostante ciò, sempre meglio pianificare tutto in anticipo.

Le possibilità sono tante, però lo sono pure i limiti. Infatti l’unico collegamento con la terraferma è il Ponte della Libertà. Su questa striscia lunga 4 km passano le auto e i convogli ferroviari. I confini oltre i quali non si va sono i terminal di Tronchetto, Piazzale Roma e la stazione Santa Lucia. Questa guida ha tutte le indicazioni per arrivare a Venezia. Tu poi sceglierai quello che ti serve.


Come raggiungere Venezia in aereo

Ebbene si, una volta atterrato non finisce qui! Se arrivi da città lontane o dall’estero, l’aereo è di certo il mezzo più rapito e comodo. Le alternative sono due, eccole di seguito nel dettaglio: 

La prima è l’HUB internazionale Marco Polo a Tessera. Qui fanno capo compagnie economiche e di linea come: Volotea, Vueling, AirOne e EasyJet. È ottimo sia per numero di voli che per distanza. Infatti si trova a circa 12 km. Per raggiungere il centro ci sono varie opzioni. Ad esempio i taxi su strada si fermano a Piazzale Roma. Poi si va a piedi. I taxi boat invece arrivano fino in centro. 

Di questi ultimi fanno parte pure i motoscafi pubblici del servizio Alilaguna. Gli autobus sono gli Atvo di linea da e per Santa Lucia o Mestre. Viaggiano dalle 8 a mezzanotte. Gli ACTV linea 5 invece hanno corse dalle 04:00 all’01:00. Da e per Mestre valgono gli ACTV però linea 15. 

La seconda è lo scalo Antonio Canova di Treviso a Sant’Angelo. Si trova più o meno a 40 km a nord ed è il più usato dalle società low cost. Tra esse ci sono Transavia, Wizzair, Germanwings, Ryanair, Vueling e Easyjet. È ben collegato tramite l’autostrada A4. Il servizio navetta Atvo Eurobus fa capolinea a Mestre, Piazzale Roma e Tronchetto. Altra soluzione è il taxi ma è piuttosto costoso.



Dall’alta velocità all’Orient Express

Chi ha soltanto una vaga idea iconica della Serenissima, forse esclude del tutto le rotaie. Invece questa è una soluzione ottima e piuttosto economica. Inoltre così si risolve pure il problema del parcheggio. Non ci riferiamo alla più nota stazione di Mestre ma a come arrivare a Venezia città! 

Infatti la stazione di riferimento è Santa Lucia. Vi transitano sia i regionali che l’alta velocità tra Italo, OBB e Trenitalia. Appena fuori dalla ferrovia trovi anche gli imbarcaderi per i vaporetti. Per finire se non hai particolari limiti di budget, ti consigliamo una vera chicca alla Agatha Christie. 

Si tratta del Venice Simplon, gemello dell’originale Orient Express del 1883. Quello in questione è attivo dal 1906. Funziona dall’inaugurazione della tratta Londra-Calais-Parigi-Losanna-Milano, attraverso il traforo del Sempione. In pratica un’alternativa originale per un’esperienza unica.



Come arrivare a Venezia in barca o nave

Visto che di acqua ce ne è in abbondanza, perché non approfittarne? Le vie di accesso dal mare sono 3 bocche di porto. Una è Pellestrina, usata da piccole imbarcazioni per la zona di Chioggia. Poi c’è Malamocco-Alberoni, verso Marghera. Infine c’è Lido-San Nicolò per la stazione marittima. 

Dalle ultime due si accede inoltre a una rete di canali interni lunga quasi 100 km che percorre la città. Ognuno di essi ha dimensioni e profondità variabili. Nel capoluogo operano numerose associazioni nautiche che gestiscono le varie darsene. Queste offrono servizi turistici, noleggio, custodia, rifornimento e rimessaggio barche private. Ecco le principali: 

Adesso tu dirai: vabbè ma io vengo in crociera! In effetti in passato, davanti Piazza San Marco, ci mancavano solo le portaerei. Però tutto cambia dal famoso incidente del 2 giugno del 2019. In quell’occasione la Mcs Opera impattò un traghetto turistico ormeggiato alla banchina San Basilio.

Per fortuna non ci furono vittime. Tuttavia quell’episodio riscrive le regole del traffico all’interno della laguna. Un D.L. dell’aprile 2021 ora impedisce l’ingresso di battelli merci e passeggeri oltre 40mila tonnellate. Il provvedimento accoglie finalmente l’istanza del Comitato UNESCO del 2014. 

La più che valida ragione è la salvaguardia del patrimonio ambientale, artistico e culturale. Quindi come arrivare a Venezia in nave?  Per adesso l’alternativa è l’ingresso dalla bocca di Malamocco. Da qui si percorre il Canale dei Petroli verso quello Nord di Marghera fino all’attracco.



Tutte le strade portano a Roma…e pure a Venezia

Come si dice “tutte le strade portano a Roma”. Lo stesso vale pure per la Perla dell’Adriatico. Purtroppo non ce ne sono molte percorribili da queste parti. Tuttavia nulla ti vieta di usare la macchina. Però una volta a Piazzale Roma dovrai mollarla lo stesso. Meglio parcheggiare e procedere con altri mezzi. Le alternativa vicine sono purtroppo pure le più care. Queste sono:

Le tariffe giornaliere variano dai 20 ai 30 euro l’ora circa. I prezzi più bassi li trovi invece nei parking prima del Ponte della Libertà. Ancora più convenienti sono le aree intorno a Mestre e Marghera. Da qui si prosegue in autobus. Per sicurezza però conviene controllare prima.

Specialmente in alta stagione, meglio usare i servizi di prenotazione online delle varie aziende. Altri parcheggi utili sono in zona San Giuliano, Fusina, Punta Sabbioni e Chioggia. In sostanza, se proprio non riesci a farne a meno, ecco le indicazioni da seguire per arrivare a Venezia in Auto: 

  • Da Torino e Trieste usa l’autostrada A4.
  • Da Belluno prendi la A27.
  • Da sud Italia la tappa obbligata è Bologna tramite A1 o A14. Poi percorri la A13.
  • Per bypassare l’autostrada usa la SS309 da Roma, la SS14 da Trieste, la SS11 da Padova e la SS13 da Treviso. 


E con l'autobus come funziona?

Quasi dimenticavamo, c’è pure la soluzione dell’autobus! Questi fanno tutti capolinea ai terminal di Piazzale Roma, Punta Sabbioni, Chioggia o Mestre. Una parte di essi sono pullman turistici in arrivo dalle città d’Italia e d’Europa. Gli altri sono mezzi delle società di trasporti locali ACTVe Atvo.  

Inoltre ci sono ovviamente quelli che collegano la città con gli scali Marco Polo e Antonio Canova. Adesso sai proprio tutto su come arrivare a Venezia. La guida finisce però la tua vacanza comincia. Appena arrivi facci uno squillo, ah già non hai il numero, vabbè allora lascia un commento.



Like it? Share with your friends!

544
544 points

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
Davide Bert

Giornalista pubblicista prestato al copywriting, dalla carta stampata alle pagine web. Ho iniziato a scrivere perché me lo ha consigliato lo psicanalista come forma di terapia, e lo faccio per lavoro così posso anche pagargli la parcella.
Choose A Format
Personality quiz
Series of questions that intends to reveal something about the personality
Trivia quiz
Series of questions with right and wrong answers that intends to check knowledge
Poll
Voting to make decisions or determine opinions
Story
Formatted Text with Embeds and Visuals
List
The Classic Internet Listicles
Countdown
The Classic Internet Countdowns
Open List
Submit your own item and vote up for the best submission
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Meme
Upload your own images to make custom memes
Video
Youtube and Vimeo Embeds
Audio
Soundcloud or Mixcloud Embeds
Image
Photo or GIF
Gif
GIF format